Caricamento...



Ortopedico

ANDREA GUARNIERI



Dott. Guarnieri

PRENOTA UNA VISITA



Copernico HealthCare

CONTATTACI






Quanto costa una visita?

CALCOLA COSTI




Cerchi un ortopedico a Villalba di Guidonia? PRESSO LO STUDIO MEDICO SPECIALISTICO LO TROVI CON TANTI SERVIZI.

I nostri ortopedici si occupano delle  principali patologie ortopediche e traumatologiche come:

  • Artrosi della caviglia;
  • Artrosi del ginocchio;
  • Artrosi dell’anca;
  • Artrosi della spalla;
  • Sindrome del tunnel carpale;
  • Cervicalgia;
  • Dito a martello;
  • Epicondilite;
  • Versamento retrorotulero;
  • Frattura da stress;
  • Borsiti
  • Tendiniti
  • Ernia del disco;
  • Gonartrosi;
  • Lussazione congenita dell’anca;
  • Malattia di Dupuytren;
  • Malattie del menisco;
  • Osteoartrosi;
  • Osteoporosi;
  • Periartrite scapolo omerale;
  • Scoliosi;
  • Sindrome del tunnel carpale;
  • Varismo;
  • Valgismo;
  • Alluce Valgo;
  • Mal di schiena;
  • Lesioni muscolari


ORTOPEDIA

Dott. Guarnieri

PRENOTA UNA VISITA



Copernico HealthCare

CONTATTACI






Quanto costa una visita?

CALCOLA COSTI




Cerchi un ortopedico a Villalba di Guidonia? PRESSO LO STUDIO MEDICO SPECIALISTICO LO TROVI CON TANTI SERVIZI.

I nostri ortopedici si occupano delle  principali patologie ortopediche e traumatologiche come:

  • Artrosi della caviglia;
  • Artrosi del ginocchio;
  • Artrosi dell’anca;
  • Artrosi della spalla;
  • Sindrome del tunnel carpale;
  • Cervicalgia;
  • Dito a martello;
  • Epicondilite;
  • Versamento retrorotulero;
  • Frattura da stress;
  • Borsiti
  • Tendiniti
  • Ernia del disco;
  • Gonartrosi;
  • Lussazione congenita dell’anca;
  • Malattia di Dupuytren;
  • Malattie del menisco;
  • Osteoartrosi;
  • Osteoporosi;
  • Periartrite scapolo omerale;
  • Scoliosi;
  • Sindrome del tunnel carpale;
  • Varismo;
  • Valgismo;
  • Alluce Valgo;
  • Mal di schiena;
  • Lesioni muscolari


Infiltrazioni Articolari e Periarticolari

Le infiltrazioni articolari consiste nell’iniezione all’interno dell’articolazione di diversi possibili farmaci (anestetici locali, cortisonici, acido ialuronico) o più’ recentemente anche delle cosiddette soluzioni biologiche, cioè la infiltrazione dei fattori di crescita piastrinici (PRP) oppure delle cellule progenitrici/staminali.


Chirurgia del piede

Vengono trattate, con le tecniche più moderne, tutte le patologie a carico del piede; in particolare un’attenzione speciale è rivolta al trattamento chirurgico dell’alluce valgo, dell’alluce rigido e della metatarsalgia


Alluce valgo

Più di cento sono le tecniche descritte per la correzione chirurgica dell’’alluce valgo; negli ultimi anni l’’attenzione è stata sempre più  frequentemente rivolta a delle tecniche percutanee e mini-invasive
La tecnica utilizzata da noi utilizzata è una tecnica mini-invasiva che prevede una incisione mediale in corrispondenza dell’’articolazione metatarso-falangea di circa 4 cm.
Attraverso questa incisione si esegue una osteotomia della testa del 1 metatarso che viene cosi traslata lateralemente e fissata con un sistema endomidollare.

Questa tecnica ha il vantaggio rispetto alle tecniche percutanee di consentire una correzione studiata sul singolo paziente e  di stabilizzare l’’osteotomia garantendo cosi il mantenimento della correzione ottenuta durante l’intervento, in modo da evitare le possibili recidive (presenti invece a distanza di anni nelle tecniche percutanee).
Ottenendo una fissazione stabile della  osteotomia è possibile deambulare sul piede operato il giorno stesso e ritornare ad una completa ripresa delle attività, tra cui anche guidare, in circa 2-3 settimane.
La tecnica mini-invasiva garantisce un pressocchè assente dolore post-operatorio.


Alluce rigido

E’ una patologia più frequente di quanto si creda  e molto spesso viene confusa  con l’alluce valgo; tale confusione è alla base di molti dei fallimenti della chirurgia dell’alluce valgo in quanto l’alluce rigido richiede un trattamento chirurgico differente.
La causa che determina l’alluce rigido non è nota; vi è sicuramente uno squilibrio tra avampiede e mesopiede che determina un sovraccarico articolare.

L’alluce rigido viene comunemente classificato in 4 stadi radiografici ed il trattamento è differente nei vari stadi.
Lo stadio 0 prevede esclusivamente un trattamento ortesico. Lo stadio 1 e 2 prevedono un trattamento chirurgico che consiste in una osteotomia della testa del 1 metatarso di accorciamento e plantarizzazione del 1 metatarso stesso e la fissazione della stessa con 1 o 2 viti. Nello stadio 3-4 il trattamento consiste o della sostituzione articolare con un impianto protesico o della fusione dell’articolazione metatarso-falangea; quest’ultimo è, a tutt’oggi ,il trattamento che garantisce i risultati a distanza migliori rispetto agli impianti protesici che sono ancora gravati da risultati clinici non sempre soddisfacenti.


L’indirizzo terapeutico di tipo conservativo

L’indirizzo terapeutico di tipo conservativo prevede quei percorsi che vengono scelti dal medico come valida alternativa all’ intervento chirurgico quando questo  non è indicato in prima analisi e quando il trattamento conservativo può essere risolutivo.
Un esempio del trattamento ortopedico di tipo conservativo è l’ immobilizzazione con gesso o tutore nelle fratture ridotte e stabili , oppure situazioni di “conflitto meccanico” di alcune articolazioni che non hanno ancora creato un danno anatomico tale da intraprendere la via chirurgica. In tali casi un trattamento fisioterapico mirato riesce ad abbassare i fattori di rischio legati alle  lesioni ai tessuti dovute al perpetuarsi delle frizioni meccaniche.
Anche diverse patologie dell’ anca, del ginocchio, della caviglia e del piede dovute a disfunzioni muscolari possono beneficiare di tale approccio. L’approccio di tipo conservativo,  può costituire la fase preparatoria ad un intervento come spesso accade per la spalla o il ginocchio dove un training fisioterapico delle strutture muscolari, può facilitare e accorciare i tempi di recupero oltre che offrire un miglior risultato finale.
Alcune problematiche ortopediche possono essere legate all’ attività lavorativa e possono migliorare con questo tipo di trattamento associato anche a consigli  ergonomici  specifici .

L’approccio di tipo conservativo consiste in

  •  Protocolli di esercizi mirati al ripristino del corretto gesto motorio e costruiti in base allo specifico problema del paziente.
  • Tecniche manuali per il recupero dei movimenti compromessi e per la rimozione del dolore che vengono calibrate su ogni articolazione a seconda dei casi.
  • Uso di specifici tape o cerotti che non rilasciano sostanze farmacologiche anti-infiammatorie ma favoriscono, in base alle loro caratteristiche intrinseche e al loro posizionamento, una migliore distribuzione dei carichi articolari e muscolari.

Terapie strumentali e uso di ortesi che possono essere d’aiuto ma non sostitutive di un programma riabilitativo più completo


L’indirizzo terapeutico di tipo chirurgico

L’indirizzo terapeutico di tipo chirurgico  vengono eseguiti tutti gli interventi più attuali nell’ambito della chirurgia mini-invasiva ed artroscopica.

I campi di maggiore interesse sono rappresentati dalla:

  • chirurgia protesica dell’anca primaria e di revisione
  • chirurgia del ginocchio sia artroscopica che protesica
  • chirurgia della caviglia e del piede

Gli interventi chirurgici possono essere eseguiti sia in convenzione con il SSN sia presso Case di Cura Private.

In convenzione con il SSN, gli interventi vengono eseguiti presso strutture altamente specializzate, con le migliori dotazioni tecnologiche e di sicurezza.

Gli interventi possono essere eseguiti inoltre presso le più importanti Case di Cura private di Roma in convenzione con le principali Compagnie di Assicurazione


Le parole dei nostri Pazienti

COSA DICONO DEL DOTT. GUARNIERI


Dott Guarnieri e’ persona seria, scrupolosa qualità che unite alla competenza fanno a mio avviso un buon dottore.


VINCENZO, 51 anni


Ho fatto una visita alla mia ernia al disco. Mi sono trovata benissimo, il dottore è stato molto bravo.


ANNA, 71 anni


Sono molto soddisfatto dalla visita del dottor Guarnieri Andrea persona professionale e pacata.consigliato.


STEFANO, 26 anni


Qualcosa in più sulla Dott. Guarnieri

SPECIALIZZAZIONI & CV


  • Esperienze lavorative
  • CV e Specializzazione
  • Pubblicazioni e riconoscimenti
  • Medico in formazione specialistica in Ortopedia e Traumatologia presso Reparto Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale S. Filippo
    Neri di Roma – Azienda Ospedaliera S. Filippo Neri, Roma (Italia)
  • Medico in formazione specialistica in Ortopedia e Traumatologia presso Reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Paolo
    Colombo (Velletri) – Ospedale Paolo Colombo, Velletri (Italia)
  • Fellowship come Medico in formazione specialistica in Ortopedia e Traumatologia presso Unità Traumatologia II di Istituto Clinico
    Humanitas (Rozzano) – Istituto Clinico Humanitas (Rozzano), Milano (Italia)
  • Medico specialista in Ortopedia e Traumatologia Livello 8 QEQ – Università Campus Biomedico, Roma (Italia)
Dott. Andrea Guarnieri – Medico specialista in Ortopedia e Traumatologia
  • 2013 – Laurea a ciclo unico in Medicina e Chirurgia Livello 6 QEQ – Università degli studi di Roma Tor Vergata, Roma (Italia)
  • 2018 – Dottorato di Ricerca in Scienze Biomediche integrate e Bioetica Livello 8 QEQ – Università Campus Biomedico, Roma (Italia)
  • 2019 – Corso AO Trauma “Basic Principles of Fractures Managment” – AO Trauma Italy, Pacengo di Lazise (VR) (Italia)
  • 2017 Marathon of Rome: Anthropometry and Sport Profile in 350 Runners and Association With Achilles and Patellar Tendinopathy.  Longo UG1, Berton A1, Stelitano G1, Madaudo C1, Perna M1, Ciuffreda M1, Guarnieri A1, Papalia R1, Maffulli N2,3, Denaro V2. Clin J Sport Med. 2018 Oct 25.
  • 2017 Genetic basis of rotator cuff injury: a systematic review.
    Longo UG1, Candela V2, Berton A2, Salvatore G2, Guarnieri A2, DeAngelis J3, Nazarian A3, Denaro V2 BMC Med Genet. 2019 Sep 2;20(1):149.

Copyright by Copernico S.r.l. 2020. All rights reserved.